Le Elezioni Amministrative del 2016

Previsioni e sondaggi elezioni amministrative 2016: la situazione a Roma e al Centro

Le elezioni amministratrive: i sondaggi cosa dicono

Mancano solo due settimane alla tornata delle elezioni amministrative che interessano molte città importanti, tra le quali la capitale, Roma. Analizziamo la situazione attuale nei maggiori comuni del centro Italia, tenendo conto che rimane comunque molto fluida e che è proprio negli ultimi 15 giorni che molti italiani scelgono per chi votare, e che l’offerta dei vari partiti, di elezione in elezione, cambia, ed in alcuni casi anche in modo radicale. Sommando poi il margine di errore ammesso dagli stessi esperti dei sondaggi, che viene stimato al 3%, ed il fatto che si sono svolti proprio mentre le polemiche sui sindaci “grillini” di Parma e Livorno, erano al culmine, è chiaro che si potrebbero verificare dei cambiamenti dell’ultimora.

La situazione a Roma

Nella capitale, come in tutto il resto del paese, gli ultimi sondaggi danno in crescita il Partito Democratico, ma nonostante questo la prima posizione dopo il primo turno dovrebbe spettare ancora al Movimento 5 Stelle ed alla sua candidata, Virginia Raggi. Il Sondaggio effettuato dall’istituto “Demos”, e commissionato da Repubblica, indica che Virginia Raggi al primo turno otterrebbe il 30,5% dei consensi, risultando così la più votata, anche se stona un po’ il fatto che il M5S ottenga più voti della sua candidata, aggiudicandosi il 32,2% delle preferenze dei cittadini romani. Roberto Giachetti, sostenuto dal Partito Democratico, è il secondo in questa classifica, con il suo 24,5%, ed in questo caso il PD prende invece meno voti, con il 22,3%. Giorgia Meloni, candidata di Fratelli d’Italia e sostenuta anche dalla Lega Nord è al terzo posto, ma molto vicina a Giachetti, con il 23,1%, e sarebbero quindi questi due candidati a giocarsi la chance di ballottaggio con la Raggi. Secondo questo sondaggio, il candidato appoggiato da Forza Italia e da alcune liste civiche, Alfio Marchini, sarebbe lontano dall’ipotesi del ballottaggio e così anche Stefano Fassina, che dopo le vicissitudini sulla presentazione della lista, è stato ammesso, ma naviga attorno all’8,1% dei voti. Sempre secondo Demos, al ballottaggio la maggioranza sarebbe favorevole a Virginia Raggi che potrebbe salire al 54,2. Il sondaggio condotto da Ixè conferma la classifica, ma vede uno scarto maggiore al primo turno tra Raggi e Giachetti, che potrebbe anche arrivare a 10 punti percentuali, con la candidata M5S che è comunque in testa nel ballottaggio, qualunque sia il suo avversario. Ixè ha misurato anche la percentuale degli indecisi che viene fissata al 25% degli intervistati, bacino di voti notevole da cercare di conquistare in queste ultime due settimane da parte di tutti i candidati.

La situazione a Latina

Per quanto riguarda il Lazio si vota anche in un altro capoluogo di provincia, Latina. Analizzando i dati del sondaggio eseguito da Piepoli e commissionato da Latina Quotidiano, si nota che il candidato del Partito Democratico, Enrico Forte, risulta il più votato nel primo turno con il 30,6% dei voti. A seguire, in lotta per il ballottaggio, gli altri tre candidati, tutti molto vicini tra loro: Damiano Coletta, sostenuto da un gruppo di liste civiche, otterrebbe il 19,4%, Nicola Calandrini, candidato di Fratelli d’Italia e Noi con Salvini, 18,6%, e Alessandro Calvi, rappresentante di Forza Italia, il 17,9%. Una situazione dunque molto fluida e che potrebbe portare chiunque al ballottaggio, ma con la certezza che Enrico Forte trionferebbe nel secondo turno contro tutti, con percentuali che vanno dal 65% al 57%, secondo l’avversario.

Commenta Qui sotto

commenti